Ossa forti contro l’osteo­porosi

664646819 664646819

Quando la massa ossea cambia, le ossa diventano porose e instabili e rischiano di rompersi anche con basso carico: l’osteoporosi è una malattia che colpisce perlopiù le donne. Tuttavia, con molta attività fisica e una dieta equilibrata si può evitare che questo accada.

Innanzitutto la buona notizia: l’osteoporosi può essere curata. Con una vita attiva, un’alimentazione equilibrata e l’esercizio fisico si è già sulla buona strada, ma chi ne è colpito deve fornire un contributo attivo.

Cos’è l’osteoporosi

Le ossa sono in un continuo processo di trasformazione. Fino a circa 35 anni di età, prevale la formazione ossea, dopo i 40 anni, la riduzione della massa ossea. Gli ormoni sessuali sono molto coinvolti in questi processi, perciò le donne sono particolarmente colpite dopo la menopausa.

  • Le ossa perdono sostanza dura e diventano porose; la loro resistenza diminuisce.
  • L’osteoporosi può colpire lo scheletro nel suo insieme o singole sezioni.
  • L’osteoporosi è la malattia ossea più comune nella seconda parte della vita.
L’osso ha bisogno, oltre agli ormoni sessuali, soprattutto di un po’ di carico e di calcio per non diventare poroso.

Gli anziani subiscono piccole fratture quando cadono a causa della minore stabilità delle loro ossa. Pertanto, l’equilibrio e la mobilità svolgono un ruolo importante. Inoltre, è necessario riconoscere ed eliminare i pericoli di caduta nella propria casa.

Cause

La riduzione della densità ossea è causata dalla maggiore dissoluzione di calcio dalla struttura ossea che è eliminato nell’urina.

Alcuni fattori di rischio che portano alla perdita di calcio dalla struttura ossea

  • Nell’uomo, carenza di testosterone.
  • Mancanza di esercizio fisico.
  • Inattività di singole parti dello scheletro. Avere un’ingessatura per quattro settimane provoca, oltre alla perdita muscolare, un’osteoporosi locale visibile sulle radiografie.
  • Un apporto insufficiente di calcio e vitamina D con l’alimentazione.
  • Alcuni medicamenti, come l’uso prolungato di cortisone o l’assunzione regolare di lassativi.
  • Consumo eccessivo di alcol e nicotina.
  • Malattie di base come i reumatismi infiammatori possono causare osteoporosi secondaria.

Prevenire l’osteoporosi

L’obiettivo della prevenzione dell’osteoporosi è stimolare il metabolismo osseo, per mantenere o addirittura aumentare la massa ossea. Al fine di ridurre il rischio di fratture ossee, oltre all’esercizio fisico mirato, anche l’alimentazione è un elemento importante:

  • Movimento e sport
  • Allenamento dell’equilibrio
  • Nutrizione equilibrata con proteine, calcio e vitamina D

Guarire l’osteoporosi

La terapia dell’osteoporosi comprende esercizio fisico, alimentazione, prevenzione delle cadute, gestione del dolore e terapia farmacologica.

I medicamenti per l’osteoporosi hanno l’obiettivo di prevenire l’ulteriore riassorbimento osseo per sostenere la formazione ossea. I medici usano spesso i cosiddetti bifosfonati per il trattamento dell’osteoporosi. Inibiscono la riduzione della massa ossea, aumentano la densità e migliorano la stabilità delle ossa.

Cosa vorrebbe leggere?

Ben assistiti con la CSS

Esaminare i sintomi
Devo recarmi dal medico? MyGuide dà subito un consiglio.
Scoprire myGuide
Coach della salute
Si faccia consigliare personalmente su tematiche riguardanti la salute.
Porre una domanda
Seconda opinione medica
Domandare una seconda opinione gratuita è semplice e richiede poco tempo.
L’operazione è necessaria?