La sauna è salutare?

La sauna è salutare? La sauna è salutare?

L’inverno è arrivato e quindi anche la stagione dei raffreddori. Ecco in che modo la sauna previene tali disturbi.

Sebbene la parola «sauna» provenga dal termine finlandese «savu», che significa fumo, gli scandinavi non hanno inventato la sauna. Le prime tracce di bagni turchi primitivi dell’età della pietra portano nell’Asia orientale. La sauna esiste quindi da tempo in una qualche forma, da cui ne sono derivate diverse tipologie nelle varie culture.

Il tipo di sauna più conosciuto da noi è quello finlandese. La scelta è tuttavia più ampia di quanto si creda.

Tipo di sauna

Sauna finlandese

È quella «tradizionale» più conosciuta nel nostro Paese. La temperatura varia tra 80°C e 100°C e l’umidità dell’aria tra il 5% e il 15%. Per aumentare l’umidità, si getta l’acqua sulle pietre calde, detto anche rituale Aufguss (gettata di vapore).

Banja russa

Banja significa «bagno». Ha una temperatura tra 70°C e 110°C, ma può anche superare i 100°C. L’umidità può arrivare al 35%, visto che si usa effettuare molte gettate di vapore. Una particolarità di questo tipo di sauna è il cosiddetto «wenik», durante il quale il corpo viene frustato leggermente con ramoscelli di betulla. Ha l’effetto di un massaggio e stimola la circolazione sanguigna.

Hamam (turco) o hammam (arabo)

L’hamam è un bagno di vapore proveniente dalla regione araba. Originariamente l’hamam era un rituale di pulizia. Si passa in stanze con temperature diverse, in modo che il corpo si adatti alla temperatura e all’umidità in costante aumento. La temperatura del bagno turco principale varia tra 50°C e 60°C e l’umidità dell’aria arriva al 65%. La visita di un hamam viene unita a una pausa relax e a un massaggio

Calidario

Faceva parte delle terme romane. Si tratta di un bagno di vapore e inalazioni, dove la temperatura è tra i 40°C e 50°C e l’umidità arriva quasi al 100%. Il calidario fa molto bene alla circolazione ed è adatto anche ad anziani e bambini. Inoltre, è la preparazione ideale a una sauna calda.

Biosauna

Vista la temperatura relativamente bassa, la biosauna è in particolare adatta per chi è alle prime armi con la sauna e anche per i bambini. La temperatura varia tra 45°C e 60°C con l’umidità dell’aria tra il 40% e il 55%. Qui di solito non ci sono gettate di vapore, ma vengono aggiunti oli essenziali che profumano piacevolmente l’ambiente.

Sauna a infrarossi

Di principio funziona in modo diverso da tutte le altre. Qui non viene riscaldato il locale, ma direttamente il corpo tramite raggi infrarossi. Questi ultimi riscaldano il corpo dall’interno e possono penetrare fino allo strato sottocutaneo, sciogliendo così le tensioni muscolari. In questo modo il sistema cardiocircolatorio non è troppo sollecitato come negli altri tipi di sauna. Le temperature variano tra 25°C e 70°C.

Sauna effetti

Gli effetti positivi della sauna provengono dal repentino cambio di temperatura, così come accade con la doccia alternata.

  • Il passaggio da caldo a freddo migliora la circolazione: i vasi sanguigni si dilatano e si contraggono, l’irrorazione sanguigna è stimolata e l’intero corpo viene rifornito di ossigeno. Poiché la temperatura corporea aumenta, ci si trova in uno stato simile alla febbre: il corpo reagisce di conseguenza e stimola il sistema immunitario.
  • Secondo uno studio finlandese fare regolarmente la sauna riduce il rischio di morte improvvisa, di malattie cardiache mortali e di disturbi cardiovascolari.
  • La sauna dopo lo sport stimola la rigenerazione dei muscoli e previene quindi i dolori muscolari.
  • La stimolazione dell’irrorazione sanguigna migliora anche la pelle, visto che quest’ultima riceve sostanze nutritive.
  • Nella sauna la muscolatura si rilassa; ne beneficiano anche i malati di asma. Infatti, anche le tensioni della muscolatura respiratoria si sciolgono e nei polmoni passa di nuovo l’aria.

 

Sauna se si ha il raffreddore?

Fare regolarmente la sauna rafforza il sistema immunitario e previene i raffreddamenti. Tuttavia, se il raffreddore è già in corso la sauna risulta controproducente. Se siamo raffreddati, il nostro sistema immunitario è già indebolito e quindi il corpo ha bisogno dell’energia rimasta per guarire. Dunque, in questi casi meglio aspettare di guarire prima di andare di nuovo in sauna.

A cosa prestare attenzione quando si va in sauna

A seconda del tipo di sauna, la temperatura arriva fino a 110°C. Quando si è in sauna, la pelle si riscalda fino a 40-42°C e l’interno del corpo aumenta di 1-2°C. Ecco di cosa tenere conto durante la sauna:

  • Bere a sufficienza
    Durante un’ora di sauna o 2-3 sedute si perde fino a circa 1 litro di sudore. Beva quindi a sufficienza prima e dopo. L’alcol è tuttavia tabu.
  • Non rimanere troppo a lungo nella saunaI
    Il tempo di permanenza varia a seconda del tipo di sauna. Nel caso della calda sauna finlandese è di 8-15 minuti. Nel più fresco calidario si può rimanere anche fino a 30 minuti. È però importante ascoltare il proprio corpo.
  • Consultare il medico
    I pazienti con malattie cardiovascolari dovrebbero verificare con il proprio medico se la sauna è adatta a loro. Mentre nel caldo della sauna i vasi sanguigni si dilatano e la pressione arteriosa scende, nella fase di raffreddamento quest’ultima schizza verso l’alto. Nelle persone sane questo rafforza il cuore; nei pazienti con problemi cardiovascolari può invece essere pericoloso.
  • Togliere tutti gli oggetti in metallo
    Anche gli occhiali. Se l’oggetto in metallo si surriscalda troppo, si corre il rischio di ustionarsi. Gli anelli sono un’eccezione, perché sono sempre a contatto con la pelle. Così la temperatura si compensa e l’anello non si surriscalda.

Campionati mondiali di sauna

Lo sapeva che dal 1999 al 2010 si tenevano ogni anno i campionati mondiali di sauna? Si disputavano nella città finlandese di Heinola. La gara sotto forma di festa popolare ha però avuto una fine improvvisa con la morte nel 2010 di un finalista e gravi ustioni di un altro.


Fonti

Panoramica dei premi della cassa malati 2021

Cosa vorrebbe leggere?